20 Maggio 2024
Botrugno è il Comune capofila dell'Associazione perché il suo Sindaco, Silvano Macculi, ne è stato tra i maggiori promotori.
Palazzo marchesale
Il palazzo marchesale di Botrugno comprende al piano terra un vasto cortile e un totale di 77 vani, tra cui cantine, depositi e una stalla grande per poter ospitare dodici cavalcature; il primo piano si compone di 46 vani, tra cui due grandi saloni oltre alle ampie terrazze che cingono il palazzo. La pietra leccese è l'elemento dominante sia nella struttura portante dell'opera, che è in muratura massiccia, sia nella decorazione esterna: sagomati in pietra leccese sono i cornicioni di coronamento, i balconi, le balaustre e le cornici delle finestre.l'immobile comprende al piano terra un vasto cortile e un totale di 77 vani, tra cui cantine, depositi e una stalla grande per poter ospitare dodici cavalcature; il primo piano si compone di 46 vani, tra cui due grandi saloni oltre alle ampie terrazze che cingono il palazzo. La pietra leccese è l'elemento dominante sia nella struttura portante dell'opera, che è in muratura massiccia, sia nella decorazione esterna: sagomati in pietra leccese sono i cornicioni di coronamento, i balconi, le balaustre e le cornici delle finestre.
Botrugno ebrea
La comunità ebraica si era insediata a Botrugno e viveva all'interno di un'area attraversata da una via ora denominata Via Mazzini. Nell'area si trovano ancora tracce della presenza di tale comunità e si trova un torchio antico sotto il livello stradale.

www.impresainsiemesrl.it
cookie